Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Affittare una casa vacanze

  • Affittare la seconda casa rappresenta sicuramente un'opportunità per i proprietari di abitazioni inutilizzate e al tempo stesso per i turisti che la occupano. Si riassumono i principali adempimenti in materia. Le case e gli appartamenti per vacanze possono essere gestiti:
    • in forma imprenditoriale: apertura partita Iva; iscrizione al Registro Imprese; autorizzazione dal Comune; comunicazione SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) per inizio dell’attività; emissione di regolare fattura;
    • in forma non imprenditoriale: senza partita Iva, per massimo 3 unità abitative nello stesso Comune e in forma non continuativa; durata massima 30 giorni; emissione di ricevuta di pagamento con marca da bollo € 2,00 per importi superiori a € 77,47.
  • Tassa di soggiorno: è versata dai turisti, riscossa dai proprietari e può variare da Comune a Comune fino a un massimo di € 5.
  • Comunicazione alla Questura - L'adempimenti si svolge con modalità differenti. Per attività occasionale, si accredita l'immobile come struttura ricettiva e la domanda va presentata anche online sul sito della Questura. Per attività imprenditoriale, si richiedono i documenti ai turisti per compilare la relativa scheda anagrafica; la domanda va presentata sul portale online della Polizia di Stato entro 24 ore dall’arrivo del turista (l’abilitazione per accedere si richiede alla Questura).