Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Bando "Donne in campo"

  • Beneficiari - Possono presentare domanda le micro, piccole e medie imprese, in qualsiasi forma costituite, che presentino progetti per lo sviluppo o il consolidamento delle aziende agricole, attraverso investimenti nel settore agricolo e in quello della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.
  • Requisiti - Alla data di presentazione della domanda, le imprese devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
    • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese;
    • esercitare esclusivamente l'attività agricola;
    • essere amministrate e condotte da una donna, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto come risultate dall'iscrizione nella gestione previdenziale agricola, ovvero, nel caso di società, essere composte, per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione ed amministrate, da donne, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo o di coltivatore diretto come risultate dall'iscrizione nella gestione previdenziale agricola;
    • avere sede operativa nel territorio nazionale.
  • Contributi - Per la realizzazione dei progetti sono concessi mutui agevolati, a un tasso pari a zero, della durata minima di 5 anni e massima di 15 anni, comprensiva del periodo di preammortamento, e di importo non superiore a € 300.000 e comunque non superiore al 95% delle spese ammissibili, nel rispetto dei massimali previsti dalla normativa comunitaria. L'impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma di investimento, comprensivo dell'Iva, apportando un contributo finanziario, attraverso risorse proprie ovvero mediante finanziamento esterno pari almeno al 20% delle spese ammissibili complessive.
  • Scadenza - La domanda di partecipazione può essere presentata fino a esaurimento fondi.