Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Cambiano gli incentivi all'imprenditoria femminile

  • La L. 30.12.2020, n. 178 (cc. 97-106) istituisce il Fondo a sostegno dell'impresa femminile con una dotazione di 20 milioni di Euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, destinato a promuovere e sostenere l'avvio e il rafforzamento dell'imprenditoria femminile. Gli interventi consistono in:
    • contributi a fondo perduto per avviare imprese femminili, con particolare attenzione alle imprese individuali e alle attività libero-professionali in generale e specificatamente a quelle avviate da donne disoccupate di qualsiasi età;
    • finanziamenti agevolati (anche senza interessi) e combinazione di contributi a fondo perduto e finanziamenti per avviare e sostenere le attività di imprese femminili;
    • incentivi per rafforzare le imprese femminili costituite da almeno 36 mesi, nella forma di contributo a fondo perduto per l'integrazione del fabbisogno di circolante nella misura massima dell'80% della media del circolante degli ultimi 3 esercizi;
    • percorsi di assistenza tecnico-gestionale per attività di marketing e di comunicazione durante tutto il periodo di realizzazione degli investimenti o di compimento del programma di spesa, anche attraverso un sistema di voucher;
    • investimenti nel capitale, anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, a beneficio esclusivo delle imprese a guida femminile tra le start-up innovative e le Pmi innovative.
  • Con decreto Mise-MEF e Ministero per le Pari Opportunità e la Famiglia, saranno determinati la ripartizione della dotazione finanziaria del Fondo tra i diversi interventi, le modalità di attuazione, i criteri e i termini per la fruizione delle agevolazioni previste, nonché le attività di monitoraggio e controllo.