Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Cessioni di oro da investimento

  • L'Agenzia delle Entrate, nella risposta all’interpello n. 897/2021, ha chiarito che il regime di esenzione Iva è applicabile solo a lingotti o placchette in oro, di peso superiore a 1 grammo e di purezza pari o superiore a 995 millesimi. A condizione che l'oro sottoposto alla consegna possieda tali caratteristiche e sia riconducibile alla nozione di oro da investimento, l'operazione di consegna potrà essere ricompresa tra quelle esenti dall'Iva presenti all'art. 10, c. 1, n. 11) del decreto Iva.
  • In riferimento al regime di esenzione per le cessioni di oro da investimento, si produrrà l'effetto traslativo della proprietà del bene all'atto della sottoscrizione quando nell'atto di acquisto sono indicati gli estremi identificativi del lingotto/placchetta (codice identificativo) venduto al cliente, trattandosi di beni specificamente individuati.
  • Al contrario, quando nell'atto di acquisto non sono indicati tali dati, l'effetto traslativo della proprietà dei beni (determinati soltanto nel genere) sarà differito al momento dell'individuazione, eventualmente anche mediante consegna dei beni al vettore o spedizioniere. Pertanto, è soltanto dal momento dell'individuazione, anche mediante consegna, che si realizzerà il trasferimento della proprietà del bene ed è solo a partire da tale momento che sarà possibile valutare, sulla base delle specifiche caratteristiche di forma, peso e purezza del bene puntualmente identificato, l'eventuale riconducibilità del bene nella categoria dell'oro da investimento.


Oro |