Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Iva al 10% per la cessione di piatti pronti

  • Con una norma di interpretazione autentica, la legge di Bilancio 2021 ha consacrato l’Iva al 10% sull’asporto dei pasti, attenuando posizioni più severe assunte dall’Amministrazione Finanziaria. Le cessioni di piatti pronti e di pasti che sono stati preparati in vista del loro consumo immediato, della consegna a domicilio e dell'asporto, rientrano ora in un'unica fattispecie.
  • La norma di legge consente di superare l'interpretazione fatta propria dell’Agenzia delle Entrate che, con la risposta ad interpello 14.12.2020, n. 581 aveva ritenuto inammissibile l’assimilazione dell’asporto (cd. takeaway) e della consegna a domicilio (cd. delivery) alla somministrazione.
  • L'Iva al 10%, pertanto, è da ritenere consentita per tutte le attività come ristoranti, pizzerie e agriturismi che a causa della pandemia hanno adottato la modalità dell'asporto.