Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

La lite fiscale nelle scritture contabili

  • L’art. 99 del Tuir non consente la deduzione delle imposte dirette, per cui il contribuente iscriverà le imposte accertate, gli interessi e le sanzioni tra i costi del conto economico. In sede di dichiarazione dovrà operare una variazione in aumento all’utile di esercizio nel quadro RF e precisamente nel rigo RF 16 per le imposte e nel rigo RF 31 per le sanzioni. Gli interessi passivi sono deducibili per effetto della R.M. 9.11.2001, n. 178/E.
  • Considerato che il contenzioso non potrà essere concluso al 31.12.n, la società procederà a iscrivere le imposte, gli interessi e le sanzioni tra i costi del conto economico. In sede di dichiarazione dovrà operare una variazione in aumento all’utile di esercizio nel quadro RF e, precisamente, nel rigo RF 16 per le imposte e nel rigo RF31 per le sanzioni. Gli interessi passivi sono invece deducibili per effetto della R.M. 178/E del 09.11.2001.
  • Le sopravvenienze attive sono costituite dall’importo degli interessi passivi fiscalmente dedotti nell’anno n. Le sopravvenienze attive non tassabili sono invece costituite dalla somma delle imposte e delle sanzioni di cui all’avviso di accertamento e oggetto di variazione in aumento in sede di modello unico di dichiarazione relativo all’anno di imposta n.