Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Principali bonus prorogati al 2021 (facciate, ecobonus, ecc.)

  • Il Documento programmatico di bilancio 2021 inviato dal Governo alla Ue prevede la proroga al 2021 per bonus facciate, ecobonus, bonus ristrutturazioni e bonus verde; sulla bozza si deve pronunciare Bruxelles. Ricordiamo che il superbonus 110% ha già scadenza di legge al 31.12.2021 e il bonus mobilità (bici, auto elettriche, ecc.) al 31.12.2024. Si riassumono le principali misure nel testo trasmesso alla Commissione europea.
  • Casa - Proroga fino al 31.12.2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per interventi di recupero edilizio;
    • proroga fino al 31.12.2021 della detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020 (50% per infissi, biomassa e schermature solari, 65% per le rimanenti tipologie);
    • proroga fino al 31.12.2021 della detrazione Irpef al 50% delle spese sostenute per l'arredo di immobili ristrutturati;
    • proroga fino al 31.12.2021 della detrazione con aliquota del 90% delle spese sostenute per le opere di rifacimento delle facciate degli edifici (bonus facciate);
    • proroga fino al 31.12.2021 della detrazione Irpef 36% delle spese sostenute per le opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili.
  • Lavoro - Novità assoluta, dal 2021 è prevista la decontribuzione al 100% per 3 anni per le assunzioni di giovani di età fino a 35 anni;
    • Cig per Covid e misure a sostegno dell'occupazione saranno "selettivamente" estese anche nel 2021 in base all'evolversi della crisi pandemica;
    • sgravio contributivo triennale del 100% per l'assunzione di apprendisti nelle imprese fino a 9 dipendenti. La misura sarà estesa anche per il 2021;
    • sgravio contributivo del 30% per tutti i lavoratori per le aziende situate nel Sud e nelle Isole. La misura sarà estesa anche per il 2021.
  • Bonus mobilità per l'acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica. Dal 2021 al 2024 il contributo potrà essere ottenuto solo a fronte della rottamazione di un veicolo obsoleto.