Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Proroga della prenotazione del bonus beni strumentali

  • Il momento di effettuazione dell’investimento segue il principio della competenza temporale; pertanto, per un bene mobile significa la consegna o spedizione del bene. Con l’effettuazione si cristallizza la disciplina di riferimento per il credito d’imposta (quindi l’aliquota e le quote di utilizzo). Inoltre, la disciplina dell’anno X si può estendere anche fino al 30.06.X+1 se l’ordine è accettato dal venditore entro il 31.12.X e se entro tale data è corrisposto un acconto di almeno il 20% del costo di acquisizione e la consegna del bene avviene entro il 30.06 dell’anno successivo.
  • Il momento a partire dal quale è possibile utilizzare il credito può essere anche successivo rispetto all’effettuazione dell’operazione, perché coincide con l’entrata in funzione o interconnessione del bene.
  • Il Decreto Milleproroghe ha previsto l’ampliamento delle modalità temporali con le quali le imprese italiane possono beneficiare del credito d’imposta sui beni strumentali per l’anno 2021: le imprese hanno tempo fino al 31.12.2022 (invece del 30.06.2022) per l’effettuazione degli investimenti “prenotati” entro il 31.12.2021, offrendo la possibilità di fruire di un credito d’imposta più favorevole rispetto alla misura agevolativa prevista per il periodo d’imposta 2022.