Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 
ESTERO 24/02/2020

Prova della cessione intracomunitaria beni dal 1.01.2020

  • L’iscrizione al Vies è un nuovo requisito soggettivo inderogabile: affinchè l’operazione sia considerata non imponibile, è obbligatoria l’iscrizione al Vies del cliente.
  • Prima di iniziare un rapporto economico con un cliente, sarà necessario verificare la sua iscrizione nell’elenco Vies, attraverso l’apposito sito, e tenerne traccia con apposita stampa (screenshot da inserire nella scheda del cliente). È disponibile un sito ufficiale con tutti i soggetti registrati nella Ue.
  • In assenza di iscrizione al Vies del nostro cliente, l’operazione sarà territorialmente rilevante. In altre parole, anche se il soggetto con cui operiamo è soggetto passivo nel proprio Stato membro, l’operazione sarà imponibile in Italia, quindi dovremo applicare l’Iva interna italiana. Lo stesso avverrà per i nostri acquisti: in mancanza della nostra iscrizione al Vies subiranno l’Iva locale del fornitore.
  • Considerato che chi non opera a livello intracomunitario (quindi non trasmette modelli Intrastat per un anno) potrebbe essere cancellato d’ufficio, sarà opportuno un controllo periodico della propria iscrizione.
  • Prova del trasporto o spedizione - Gli adempimenti sono cambiati dal 1.01.2020 e variano a seconda che il trasporto (o spedizione) sia eseguito dal cedente/venditore o dal cessionario/acquirente: nell'articolo si propone uno specchietto riassuntivo delle combinazioni di documenti utili a fornire prova del trasporto.