Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Strategie fiscali nella cessione d'azienda

  • In caso di cessione d'azienda o di ramo d'azienda, la legge richiede la certificazione dei carichi pendenti risultanti dal sistema informativo dell’anagrafe tributaria e la certificazione dell’esistenza di contestazioni fiscali.
  • Il modello di certificazione riguarda l’esistenza di contestazioni in corso o già definite, per le quali i debiti non sono stati soddisfatti alla data della richiesta.
  • La responsabilità solidale dell’acquirente riguarda le violazioni commesse nell’anno in cui avviene la cessione e nei 2 anni precedenti, ancorché non contestate o irrogate alla data della cessione, nonché quelle già contestate nel medesimo periodo anche se commesse in epoca anteriore.
  • Una nota dell’Agenzia delle Entrate di Genova ha opportunamente negato la responsabilità solidale tributaria dell’acquirente per l’imposta personale derivante dall’obbligo di versamento in autotassazione, a carico del venditore, sulla plusvalenza realizzata dalla cessione di azienda, in quanto sorge in un momento successivo all’atto del trasferimento.