Gli strumenti di lavoro dell'imprenditore

 

Trasferimento agevolato immobili strumentali

  • La legge di Bilancio 2022 (art. 1, c. 237, L. 234/2021) prevede l’assoggettamento a imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa (€ 200 ciascuna) dei trasferimenti di immobili strumentali per natura inclusi in compendi aziendali (o in loro rami) se l'acquirente (cessionario) continua l'attività aziendale e mantiene gli “assetti occupazionali”.
  • Nel caso di cessazione dell'attività aziendale o di trasferimento degli immobili acquisiti in via agevolata durante i successivi 5 anni dal primo trasferimento, si decade dall'agevolazione, con l'obbligo di liquidare le ordinarie imposte di registro, ipotecaria e catastale.
  • L'imposta di registro del 3% resta applicabile al resto del compendio aziendale trasferito; quando l'atto di trasferimento non indica un corrispettivo riferibile alla sola componente immobiliare, si applica l'aliquota massima del 9% a tutto il compendio aziendale, ai sensi dell’art. 23, D.P.R. 131/1986.